Natale

 

Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

Il Cavaliere Solitario


Su di me


Io sono il cavaliere solitario e sono giunto qui anche io, sicuramente qualcuno mi conosce.

L'11 Settembre 2001, la mia vita improvvisamente è cambiata.
Ero davanti alla televisione e improvvisamente cominciano a scorrere quelle immagini, sembrava un film di fantascenza.
Quegli aerei che entravano nelle torri ed esse che improvvisamente crollavano.
Guardavo quelle immagini come impietrito e improvvisamente le grida e i pianti della gente che cercava i loro cari mi risvegliò e iniziai a piangere.
Ecco fu in quel momento che mi accorsi di avere un anima.
Fu da quel momento che la mia vita, tutta così lineare, senza grosse scosse, con quei gesti giornalieri sempre uguali, crollò insieme a quelle torri.
Ora, a distanza di quasi 10 anni mi chiedo è stato giusto tutto questo?
E' stato giusto iniziare a soffrire perchè la mia anima era diventata così fragile?
E' stato giusto accollarmi i dolori di tanta gente fino ad entrarci dentro?
Fino a rimetterci in prima persona.
E fino a pagare ancora adesso i miei errori.

Il Cavaliere soitario è nato sette anni fa nel Casato degli On Line ed ha imparato a vivere in un posto ambientato nel 1300.
Da quel momento ha continuato a sognare di vivere in quel periodo, in cui c'erano Dame e Cavalieri, un mondo dove non esistono le bruttezze del mondo reale.
Un mondo dove un Cavaliere non ha bisogno di grandi ricchezze ma vive di quel poco che gli dona la provvidenza.
E una dama va soltanto corteggiata e mai maltrattata.
Poi, dopo una grande delusione è fuggito nel Granducato di Extremelot, dove continua ancora oggi a fornire la sua opera come Generale dei Militi di Gondor.

In questa vita parallela tra sogno e realtà ha recuperato dei valori e una missione che continua a compiere, comunicando al mondo, a più gente possibile che la direzione in cui stiamo andando è sbagliata, un mondo avido di ricchezze e dove la cattiveria è all'ordine del giorno, anche se non ci si ricava nessun interesse.

Voglio parlarvi del mondo che vorrei

Vorrei che tutti gli amici fossero felici,
vorrei che si smettesse di pensare a se stessi,
vorrei che finissero i desideri di conquista
il mondo è già nostro e lo stiamo distruggendo.
Vorrei che la gente pensasse solo ad amare
vorrei che si pensasse a questi poveri bambini
abbandonati e sbattuti da tutte le parti.
Vorrei che si finisse di abbandonare gli animali
che loro restano la e aspettano un padrone
che non tornerà mai.
Vorrei tornasse il sorriso sul viso della gente
vorrei che finissero le cattiverie e le sopraffazioni.
Vorrei cose che non accadranno mai.
Forse un giorno quando il sole finirà di brillare
forse un giorno in cui spariranno tutti gli alberi sulla terra
forse un giorno in cui ci sarà tutto cemento
forse un giorno in cui smetteremo di respirare
perchè non ci sarà più ossigeno.
Forse solo allora penseremo che quello che si poteva fare non è stato fatto.

il cavaliere solitario

La mia missione:
Il web non è sesso e perversione, ma amicizia, amore e unione tra i popoli

dal film Avatar

... E venne dal cielo su di un uccello di fuoco per salvare quel popolo,
era come noi e si trasformò in uno di loro, per salvarli da noi.

Citazione del Cavaliere solitario

Perché mi faccio chiamare il Cavaliere Solitario

Si, di amici ce ne ho tanti. ma è come essere soli tra tanta gente.
Guardare e non vedere
Ascoltare ma non sentire
Camminare e proseguire per la mia strada
triste e solitario, nel cammino della solitudine della mia anima.
Proseguire per la mia strada senza ascoltare nessuno,
dare senza chiedere mai la contropartita
non aspettarmi mai il plauso per tutto quello che faccio,
sono sempre solo a combattere battaglie perse in partenza.
Non vado mai nella stessa direzione dove vanno gli altri,
se penso che secondo me sia giusta un'altra strada
io vado in quella direzione da solo come ho sempre fatto.
Continuo e continuerò sempre, come faccio da anni
a perseguire la mia missione nel web,
anche se molto spesso ci ho rimesso in prima persona.
Voglio, desidero, che questo mondo cambi
che non si vada incontro all'indifferenza come sta accadendo
che non si dia importanza al denaro, come tanti fanno.
Che si pensi soltanto all'amore
e non si pensi alla politica, alle religioni e al sesso,
perché l'amore unisce la gente
la politica e le religioni la dividono.
Il sesso dovrebbe essere una causa e parte dell'amore
da solo è soltanto un modo egoistico
per soddisfare i propri istinti
e purtroppo a volte la perversione del genere umano.
Sono uno che dice sempre in faccia quello che pensa
e molto spesso non risulto simpatico perchè la gente
la verità non se la vuole sentire dire
e per questo ho tanti nemici.
Suscito invidia, questo lo so, lo sento,
non per quello che possiedo esteriormente,
ma interiormente,
continuo a sognare un mondo migliore nonostante tutto,
sono colui che starebbe fermo li in riva al mare
a fissare un alba la mattina e un tramonto la sera.
Ma sono un comune mortale
che campa del poco di cui ha bisogno
come nei secoli passati facevano gli antichi cavalieri.
Ho scalato montagne da solo
me ne sono andato al largo a 200 metri dalla costa al mare
proprio perchè la solitudine mi aiuta a pensare
ad apprezzare tutte le cose belle della natura.
Ecco i vari motivi e altri che ora non ricordo
per cui mi chiamano il cavaliere solitario.

il cavaliere solitario

Sento che la cattiveria umana è arrivata a far del male ai nostri figli, che innocentemente vanno a scuola, il sangue mi ribolle e la mia spada diventa incandescente, il conto delle malefatte dell'uomo si allunga, e al momento opportuno verrà presentato da qualcuno e non ci saranno ne scuse ne avvocati a difenderli.

il cavaliere solitario

Nessun commento:

Posta un commento